Il Comune di Pentling

Già lo stemma del Comune di Pentling richiama l’attenzione sul passato storico della nostra città. Il rosso e l’argento della parte superiore dello scudo, il cosiddetto capo, simbolizzano il castello di Pentling. Sono sottolineati da una linea color oro che richiama la Via Romana, che attraversava il nostro Comune ai tempi dell’apogeo dell’impero romano. All’interno dello stemma non poteva poi mancare un riferimento al monastero di S. Emmeram, che nel simbolo del Comune, così pregno di rimandi alla nostra storia, ha trovato posto nel caratteristico giglio argenteo sul fondo nero.

La posizione geografica del Comune di Pentling è altrettanto significativa quanto la sua storia.

Il territorio del Comune si estende su una superficie totale di oltre 32 chilometri quadrati. L’elevata percentuale di boschi e di zone protette o soggette a vincoli paesaggistici è uno dei fattori che rendono il nostro Comune un luogo tanto ameno e distensivo, con i suoi numerosi sentieri per le escursioni conservati allo stato naturale, come, tra gli altri, il ripido sentiero “Max Schulze”.

A questo proposito è particolarmente degna di menzione la roccia di Hoppe sulla riva del Danubio, il primo luogo destinato a riserva naturale del Libero Stato di Baviera.

Oltre alla sua posizione privilegiata ed alla natura circostante, è tuttavia il ricco passato del Comune di Pentling a costituirne senza dubbio la maggiore attrazione.

In questo contesto la frazione di Matting, situata direttamente sulla riva del Danubio, è la parte più antica del Comune ed al contempo il suo maggior vanto: il complesso di Knittl-Wolf, risalente all’anno 1350, con le case di pietra più antiche della Baviera, è state posto sotto tutela. Inoltre proprio in questo punto è possibile attraversare il fiume a bordo di uno degli ultimi traghetti a fune del Danubio.